Da Ca’ Marcello di Levada di Piombino Dese (http://www.camarcello.it) sul set di Venezia Impossibile.
Una sfida contro la crisi, ovvero una produzione a budget zero, ma soprattutto un progetto caratterizzato dalla passione, dalla voglia di fare e di dimostrare che in Veneto ci sono professionisti e che si può fare cinema di qualità.

Venezia Impossibile si ispira ad un romanzo fantascientifico che immagina la Serenissima ambientata nel 1989. “Si tratta di una Venezia alternativa – spiega il regista William Carrer – dove nel 1797 Napoleone non ha vinto e regna una Repubblica che si è trasformata in una dittatura molto pesante dove vivono cittadini e funzionari della stessa non contenti della situazione.

Advertisements

“Non ci sono Major cinematografiche che investono nel progetto ma ognuno investe la propria professionalità, le proprie idee, le proprie capacità e le proprie attrezzature” dice William Carrer, regista di Venezia Impossibile.

La sfida alla crisi dell’Associazione Culturale NoiCinema, nasce così Venezia Impossibile tratto da un romanzo fantastorico.